Consigli d’acquisto per il migliore estrattore

- Marcello - 2 Commenti
Miglior estrattore frutta e verdura

Un’alternativa alla centrifuga per estrarre il succo dai nostri amati vegetali può essere quella di acquistare un estrattore. Cosa lo diversifica dalla prima? Partiamo dall’aspetto strettamente funzionale: abbiamo già avuto modo di vedere che la centrifuga lavora con una lama circolare che tritura frutta e verdura separando la polpa dal succo; l’estrattore invece opera con una coclea (una specie di grossa vite)orizzontale o verticale, che non spezza il cibo, ma lo “mastica” e lo spreme ricavandone il succo.

I succhi prodotti da una centrifuga o da un estrattore sono ben diversi e tutto a causa dei giri del motore dei due strumenti: nel primo caso la centrifuga effettua tra i 6.000 e i 18.000 giri al minuto, mentre l’estrattore è molto più lento e si attesta sui 100 giri al minuto.

Cosa causa questo differente metodo al nostro succo? Più il macchinario gira velocemente e più genera calore ed incamera aria, favorendo il processo di ossidazione dei cibi che distrugge parte degli enzimi vivi e delle sostanze nutrienti.

Capiamo quindi che l’estrattore girando molto più lentamente non si surriscalda (è chiamato infatti anche “a freddo”) e di conseguenza non altera le proprietà nutritive degli alimenti.

In termini quantitativi infine l’estrattore produce pochi scarti e molto secchi e permette quindi di ottenere una quantità di succo superiore anche del 30% rispetto alla centrifuga che di per sè produce scarti più copiosi ed umidi.

Ti starai chiedendo a questo punto quanto e come si conserva il succo di frutta o di verdura… premesso che per gustarlo ed ottenere il massimo della sua potenza andrebbe bevuto subito o al massimo entro un’ora, sappi che lo puoi conservare anche nel frigorifero: se è a base di frutta anche per uno, massimo due giorni, se è composto da verdura il tempo si accorcia e puoi conservarlo per un periodo che va da 12 a 24 ore al massimo. Non vedi l’ora di provare qualche gustosa ricetta di salutari succhi di frutta e verdura? qui puoi trovare quello che stai cercando.

Dulcis in fundo, la questione prezzo: diciamolo subito, le centrifughe sono decisamente più economiche degli estrattori, se con le prime te la cavi spendendo un centinaio di euro per un buon prodotto, con i secondi per farlo devi stare sui 300-400 euro. Visto che si tratta di una spesa comunque importante vediamo di analizzare qualche modello per capire veramente qual’è il migliore estrattore di succo sul mercato. Partiamo da quelli più economici per arrivare al top di gamma.

RGV 110600 Juice Art

Questo modello della RGV è un prodotto da tenere decisamente in considerazione, se il budget che ti sei imposto non è dei più elevati: si basa su un sistema di spremitura a freddo con un motore a 60 giri al minuto, 400 watt di potenza per ottenere succhi vivi e al massimo delle proprietà nutritive.

Il succo e il materiale di scarto escono contemporaneamente e vengono condotti in due contenitori separati. Siamo di fronte ad un prodotto veramente eccellente, solido, ben assemblato e con un corredo di accessori davvero niente male, libretto di istruzioni, ricette e spazzolino per la pulizia.

Degna di nota la limitata quantità di scarto secco, che nel caso di prodotti come sedano carota o cipolla, è riutilizzabile senza problemi ad esempio per un buon soffritto. Le operazioni di pulizia sono abbastanza veloci e quindi a fronte di tutti questi aspetti positivi mi sento davvero di considerare questo Juice art 110600 come il migliore estrattore di fascia economica.

amazon products
Acquista su Amazon
Price Disclaimer

Panasonic MJ-L500

Facciamo un passo in avanti a livello di qualità e prestazioni con questo modello MJ-L500 della Panasonic. Il suo punto forte è la bassissima velocità di estrazione che si attesta su una rotazione del motore di 45 giri al minuto, ciò permette di lavorare con frutta ed ortaggi sia freschi che congelati mantenendo vive le proprietà nutritive dei succhi.

Grazie all’originale accessorio “frozen” puoi prepararti dei gustosi dessert ghiacciati con tre semplici passaggi: congela la frutta già tagliata a pezzetti, inserisci l’accessorio Frozen ed attiva il tuo estrattore. L’MJ-L500 è totalmente “BPA free”, cioè non contiene Bisfenolo A, nocivo per la salute.

Tutte le parti sono di facile pulizia e lavabili in lavastoviglie, e la potenza è abbastanza contenuta, parliamo di 150 watt. Questo non pregiudica assolutamente un funzionamento ottimale della macchina, non facendo altro che confermare l’altissimo livello di progettazione dei tecnici Panasonic. Anche in questo caso quindi, si parla di un ottimo prodotto e se il portafoglio te lo permette, lasciati dire che si tratta di 200 euro spesi veramente bene.

Hurom HU 500

Parlare di Hurom significa già parlare di un marchio che è una garanzia nel settore, questo modello HU 500 non fa che confermare quanto di buono ci si aspetti da questo produttore. E’ disponibile in tre colori: argento, rosso e crema ed è completamente “BPA Free”, ovvero non contiene Bisfenolo A una sostanza ritenuta nociva per la nostra salute.

La brocca in vetro dove vengono lavorati gli alimenti ha una capacità di 300 ml, ed è presente un motore da 150 watt con rotazione di 70 giri al minuto. E’ il primo modello di questa serie ad essere dotato di un tappo per il succo, per cui chiudendolo, questo rimane all’interno della macchina assieme agli altri ingredienti lavorati, garantendo un succo ancora più omogeneo, denso e saporito.

Parliamo ora della dotazione: nella confezione troverai un filtro in plastica giallo a fori larghi che permette di estrarre più polpa, un filtro Ultem (tra i più resistenti sul mercato) a fori stretti, libro istruzioni e ricette in inglese, spazzolino e i soliti contenitori di succo e scarto. Parlando di estrattori di succo di fascia alta puoi considerare questo modello con un ottimo rapporto qualità/prezzo, come uno tra i migliori in circolazione.

Ovviamente esistono ancora molti altri modelli che fanno degnamente il loro lavoro, se non ti basta questa panoramica sui quelli migliori e vuoi farti un’idea di altri prodotti similari puoi farlo cercando sul sito di Amazon e cliccando direttamente sul link qui sotto:

Clicca qui vedi altri estrattori di succo

2 Commenti a Consigli d’acquisto per il migliore estrattore

  1. Salve, sono indecisa tra:
    Imetec dj 1000 7846(imbocco 75 mm)
    Panasonic MJL500
    Philips hr 1882/31
    Hotpoint Ariston SJ 15XL UP0 (imboccatura 76 mm)
    Dell’ultimo vi chiedo se è’ bpa free.
    A parte questo, vorrei capire quale tra i 4 da’ piu’ succo è nutrimenti a parita’ di alimenti( tipo con 4 carote, 2 mele e 1 limone). Grazie

    1. Ciao Michela, scusa il ritardo ma questo commenti è scappato.
      Hotpoint ariston: non ho trovato in nessuna scheda prodotto (anche sul sito ufficiale di hotpoint) che indica BPA FREE, quindi non so darti una risposta, ma a rigor di logica direi di no, non è BPA FREE.

      Sapere chi da più succo e nutrienti a parità di alimenti: servirebbe un esame organico del prodotto finito, che si può eseguire solo in laboratori specializzati.

      La scelta di un estrattore cosa valutare: la potenza del motore, espressa in Watt, valutare la conformazioni della coclea, la grandezza del passaggio di carico degli alimenti e se il cestello forato che filtra il succo ha le maglie più o meno larghe. La forma della coclea permette all’estrattore di incanalare gli alimenti per cominciare la spremitura, se lavora bene o male lo puoi verificare solo usando l’estrattore o devi fidarti di quello che scrivono sulle schede prodotto; in fine valuti sull’esperienza d’uso.

      I modelli che hai indicato sono tutti equivalenti, l’unica differenza sostanziale la fa la potenza del motore:
      questi sono tutti 150Watt

      • Panasonic MJL500
      • Philips hr 1882/31
      • Hotpoint Ariston SJ 15XL UP0 (imboccatura 76 mm)

      Questo : Imetec dj 1000 7846(imbocco 75 mm) 240watt, ed è anche quello che costa di più.

      Alla fine vedi tu cosa vuoi spremere se frutta dura (cocco, noci, ecc), allora vai di imetec, altrimenti un modello vale l’altro.

Commenta

l'indirizzo email non sarà visibile pubblicamenteCampi contrassegnati da " * " sono obbligatori

*

*