Il costo della dieta crudista

Data: - Autore: Marcello - Commenti: Lascia un commento
Il costo della dieta crudista

Certamente basare la propria alimentazione su cibi freschi, integri e preferibilmente biologici può essere alla fine dei conti più costoso che seguire uno stile tradizionale.

Potremmo pensare che una dieta a base di frutta e verdura fresca debba essere più economica di una a base di cibi confezionati o di origine animale (che richiedono processi di preparazione molto complessi ed elevati consumi di risorse), in realtà è più costosa, e questo a causa della densità calorica.

Vediamo il perché: frutta e verdura a fronte di un’alta densità di nutrienti, hanno però una densità calorica bassa, ciò significa che per ottenere la stessa quantità di calorie dobbiamo mangiare più frutta e più verdura in termini quantitativi. Ognuno di noi ha bisogno di una determinata quantità giornaliera di calorie per mantenere peso, vitalità e salute.

Poniamo l’esempio che tu abbia necessità di 1000 calorie al giorno, seguendo una dieta convenzionale potresti ottenerle da pasta, riso e legumi senza spendere eccessivamente, in base ai dati istat sui prodotti di largo consumo, consumando pasta spenderesti circa cinquanta centesimi al giorno, con il riso arriveresti quasi a un euro, sono comunque cifre piuttosto basse.

Con la dieta crudista la maggior parte delle calorie proviene dalla frutta e il resto da cibi grassi come avocado, semi e noci; le verdure, specie quelle a foglia verde vengono consumate per il loro apporto di sali minerali e altri nutrienti, ma forniscono pochissime calorie.

Facciamo un esempio con le banane, che sono tra i frutti più calorici (1 kg di banane=890 calorie), se riesci a trovarle ad un buon prezzo, diciamo 1,3 euro/kg potresti spendere per il tuo fabbisogno giornaliero circa un euro e mezzo.

Se tu volessi comprare però banane biologiche il prezzo salirebbe fino a quasi il doppio, diciamo 2,5 euro/kg, di conseguenza anche la spesa giornaliera raddoppierebbe fino ad arrivare a circa 3 euro; non potendo vivere di sole banane, anche l’acquisto di tutti gli altri cibi preferibilmente biologici, comporta una spesa sempre superiore alla dieta convenzionale.

Cosa dovresti fare, quali prodotti preferire? Concentrati su alimenti calorici cercando di trovarli ad un buon prezzo, la varietà è importante, soprattutto a livello psicologico, per il mero piacere di mangiare.

Faccio l’esempio delle ciliegie, buonissime e abbastanza caloriche, un kg apporta 500 calorie e costa tra i 4 e i 5 euro, per ottenere le solite 1000 calorie giornaliere, dovresti spendere circa 10 euro.. con i mirtilli per dire, avresti meno calorie ad un prezzo altamente superiore.

Tipologie di frutta relativamente convenienti, anche in base alla zona in cui abiti, sono fichi, uva, pesche, arancie, cachi; considera sempre che se acquisti all’ingrosso o a cassetta riuscirai a risparmiare ancora di più.

Una volta raggiunta una certa dimestichezza con le categorie di frutta più convenienti in termini di rapporto calorie/prezzo, vedrete che diventerà più facile seguire una dieta crudista limitando i costi.

 

 

 

 

 

 

Commenta

l'indirizzo email non sarà visibile pubblicamente
Campi contrassegnati da " * " sono obbligatori

*

*