Le ricette del menu crudista di novembre

- Marcello - Commenta
menu crudista di novembre a base di spinaci

Si avvicina l’inverno, si raccolgono, cavoli, broccoli, verze ed anche gli spinaci: sono loro i protagonisti del nostro menù crudista di novembre.

Ancora una volta potremo apprezzarli crudi, nel pieno delle loro proprietà nutrizionali, che, come potremo vedere, sono veramente numerose.

Che facciano parte di uno smoothie, di un’insalata o un primo piatto crudista, gli spinaci non possono fare altro che bene al nostro organismo, vediamo perché.

Proprietà degli Spinaci

Gli spinaci sono sempre stati collegati al mito di Braccio di ferro, personaggio che dopo averne mangiato una scatoletta, otteneva una forza sovraumana.

Questo è vero solo in parte, perché pur contenendo ferro, i nostri vegetali a foglia verde, ne forniscono molto meno, ad esempio, di alcuni legumi.

Detto questo, di cosa sono ricchi? Consumati crudi, soprattutto di potassio, calcio, magnesio, fosforo, rame e zinco. In più mantengono giovane il nostro corpo grazie alle vitamine A, C e K. Contengono infine una buona dose di fibre ed acqua che regolarizza anche l’intestino.

La grande quantità di potassio insita negli spinaci, provvede a regolare la pressione del sangue, mentre la tirosina migliora i nostri riflessi.

Che cos’è la tirosina? E’ un amminoacido che contribuisce alla produzione di dopamina e norepinefrina, sostanze che ci rendono agile e scattanti.

Gli spinaci infine, sono totalmente ipocalorici in quanto 100 grammi contengono solo 23 Kcal.

Il menù di novembre a base di spinaci

A partire da oggi, via con una ricetta alla settimana, iniziando dall’antipasto, per terminare con il dolce a fine mese:

Commenta

l'indirizzo email non sarà visibile pubblicamenteCampi contrassegnati da " * " sono obbligatori

*

*