Le ricette del menu crudista di dicembre

- Marcello - Commenta
menu crudista dicembre a base di arance

L’inverno è anche la stagione degli agrumi, dai pompelmi, ai mandarini, passando per mandaranci ed arance, che sono proprio le protagoniste del nostro nuovo menu vegan crudista di dicembre.

Possiamo spremerle ed utilizzare il loro succo, oppure tagliarle a fettine, per arricchire le nostre insalate… ma esistono anche pplicazioni non così comuni, come potremo vedere nelle prossime ricette.

Sapete da dove deriva il termine “agrume”? Dal sapore acidulo caratteristico di questi frutti invernali, che vengono prodotti in gran quantità soprattutto nel nostro Sud Italia, precisamente in Sicilia.

Proprietà dell’arancia

Tutti sappiamo che le arance, come pure gli altri agrumi, contengono vitamina C in quantità, ma non solo: esse forniscono anche vitamina A, B e PP.

Perchè fanno bene? Innanzitutto la Vitamina C rafforza il nostro sistema immunitario, aiutandoci a prevenire malanni come ad esempio il raffreddore.

Inoltre l’azione di questa vitamina, assieme ai bioflavonoidi contenuti nelle arance, serve a rafforzare ossa, denti, tendini, legamenti e cartilagini, oltre a migliorare il flusso di sangue nelle vene.

La vitamina C è fondamentale per l’assunzione del ferro, in quanto aiuta i globuli rossi a formarsi, la vitamina B invece, migliora la digestione e combatte la mancanza di appetito.

La vitamina A d’altra parte è ottima per mantenere in salute occhi, pelle e contro le infezioni. Di questi frutti andrebbe consumata anche la parte bianca che aderisce alla pelle, che è ricca di fibre fondamentali per regolare l’assorbimento di proteine, grassi e zuccheri.

Concludiamo con un altro elemento importantissimo contenuto negli agrumi, ovvero i terpeni, molto efficaci nella prevenzione di tumori soprattutto di colon e retto.

Per quanto riguarda le calorie, possiamo stare tranquilli: 100 grammi contengono solamente 34 Kcal.

Il menù di dicembre a base di arance

A partire da oggi, via con una ricetta alla settimana, iniziando dall’antipasto, per terminare con il dolce a fine mese:

Commenta

l'indirizzo email non sarà visibile pubblicamenteCampi contrassegnati da " * " sono obbligatori

*

*